Blog

Giovanni e Luisa: quando l’amore e il marketing vanno a braccetto

Oggi ci siamo imbattuti nella vera storia dei baci perugina.
Complice la nuova fiction sulla storia di Luisa Spagnoli, andata in onda nei giorni scorsi sulla Rai.
E all’inizio non capivo: La Perugina… e Luisa Spagnoli.
Ma Luisa Spagnoli non è un famoso brand di abbigliamento??? … e allora non ho frenato la curiosità.

E si, Luisa Spagnoli era un imprenditrice che nel 1928 filava la lana d’angora per produrre capi di maglieria, e che quindi fondò l’azienda di abbigliamento che oggi è presente in tutto il mondo con numerosi punti vendita.

Ma prima ancora è stata a capo di un’ azienda dolciaria. Storia articolata e quasi degna dei nostri tempi: Luisa sposa il giovane Annibale Spagnoli , i due rilevano una drogheria e cominciano a produrre confetti. Nel 1907 nasce la Perugina, in società con Francesco Buitoni e suo figlio Giovanni.

Si, parliamo dei Buitoni, altro storico nome del settore alimentare italiano. E non so a voi, ma a me la cosa fa sorridere… soprattutto perché, facendola breve, nel 1923 Annibale Spagnoli lascia l’azienda e Luisa e Giovanni Buitoni si innamorano. Non so… ma trovo quasi romantico l’amore tra i cioccolatini e la pasta.

Durante la Grande Guerra, con gli uomini al fronte, è Luisa che prende le redini dell’azienda dolciaria, governa l’impresa e apre il mondo del lavoro alle donne. Ma non solo… pare che proprio in quel periodo nascano i “cazzotti” : pezzetti di rimasugli di cioccolato e nocciole ricoperti di fondente.

Ma come si fa a dare un “cazzotto” ad una donna?
Semmai un “bacio”! E allora Giovanni Buitoni li ribattezza BACI PERUGINA.
Insomma …. se non ho capito male, è così che oggi abbiamo i famosi BACI PERUGINA.

Ed è curioso come fin da subito la Perugina avesse tutte le caratteristiche di una moderna organizzazione aziendale, pur essendo negli anni 20. Giovanni Buitoni e Luisa Spagnoli non lasciavano nulla al caso: testimonial, sponsorizzazioni, packaging e addirittura la prima convention dei venditori, datata 21 dicembre 1929.

Certo oggi noi conosciamo i Baci Perugina soprattutto per le frasi che ci troviamo dentro, quando scartiamo quel pezzettino blu e argento con la speranza che ci regali una piacevole pillolina di saggezza … e di dolcezza. E la pubblicità ci fa pensare a loro soprattutto per la festa degli innamorati. Come dire: a San Valentino regala un bacio.

E quest’anno in particolare, dopo 90 anni, il mondo dei Baci Perugina viene rivoluzionato dai tatoo e dai testi di Fedez. Un esempio di come il marketing si fonde con il mondo della musica. Baci Perugina ha raccolto le frasi più belle tratte dalle canzoni di Fedez e le ha trasferite nei cartigli della nuova Limited Edition. E non solo le canzoni, ma anche le frasi inedite e i tatuaggi, segni distintivi del cantante. Quindi un Fedez in qualità di “speciale cupido”.
E via anche alla strategia web e social con l’hashtag #UnBacioMagnifico .

E intanto Fedez la butta sull’ironico: “In amore è tutta una questione di chimica. E io ero bravo in geografia”.
Come dargli torto.