Notizie di Musica

Musica in gravidanza: arriva il Babypod

Uno speaker tipo pallina vaginale per far ascoltare la musica al bebè direttamente in utero.

Avete capito bene, da oggi il vostro bambino anche se non è ancora nato può ascoltare la nona sinfonia di Beethoven, Heroes del grande David Bowie, o direttamente la musica di Radio Nostalgia. La musica può variare di giorno in giorno, a seconda degli stimoli sonori che si vogliono trasmettere al feto, ma attenzione: il tutto avviene rigorosamente attraverso la vagina.

Già, perché da diversi mesi sta riscuotendo un notevole successo tra le future puerpere il BabyPod, un marchingegno di plastica e silicone che promette di concedere alle madri in gravidanza la possibilità di riprodurre musica per i loro bambini non ancora nati.

Tutto quello che si deve fare è inserire il dispositivo nella vagina e connettersi al proprio iPhone. L’intensità del suono è di 54 decibel, l’equivalente di un tono da ‘bisbiglio’. Il dispositivo si collega al jack delle cuffie su uno smartphone, e c’è un altro ingresso audio sulla parte superiore del connettore Babypod per le madri che desiderano ascoltare la musica contemporaneamente al proprio bambino.

La novità dell’oggetto ideato dagli spagnoli è che a loro avviso c’è parecchia differenza tra la riproduzione di musica attraverso la vagina e tramite l’addome, come solitamente molte mamme hanno provato a fare nel passato.

Quindi se siete per l’incredibile miracolo della vita stimolato già dal concepimento, da oggi potrete usare la vagina come cassa di risonanza.