Notizie di Musica

Mannoia, a 60 anni mi merito raccolta

“Un viaggio nella musica italiana, un coronamento della mia carriera, con la benedizione laica di tutti coloro che hanno scritto per me. In fondo a 60 anni con 46 anni di lavoro alle spalle me lo merito”. Fiorella Mannoia ha chiamato a raccolta tutti i suoi amici per l’antologica “Fiorella” (Sony). “Il duetto con Celentano è il regalo più inaspettato, quello con Dori Ghezzi quello che mi sta più a cuore”. Nel doppio cd anche Pausini, Baglioni, Battiato, Ferro, Ligabue, Zero, Fossati, Daniele. L’artista prende posizione anche sulla politica attuale: “Renzi e Grillo? Onestamente ho da ridire su tutti e due. Il primo mi sembra che parli tanto, ma ad oggi in concreto non si è visto nulla, l’altro parla troppo, dovrebbe stare zitto”. E ancora: “Mi aspettavo e mi aspetto ancora che il Governo Renzi faccia una legge anticorruzione che è l’unica cosa di cui questo Paese ha davvero bisogno – dice la cantante -, siamo imbozzolati in una ragnatela di corruzione. Se non la sconfiggiamo, non usciamo dalla crisi, ma non vedo la volontà per farlo. Invece Grillo dovrebbe parlare un po’ meno. Ogni volta che lo fa – aggiunge Fiorella Mannoia, che non nasconde le sue simpatie per il Movimento 5 stelle – mina la fatica che i ragazzi in Parlamento fanno per crearsi una credibilità. Loro sono i nostri cani da guardia lì e ci riportano quello che succede, perché ormai c’è un partito unico, destra e sinistra si sono confuse”.

Commenta

Click here to post a comment