Notizie di Musica

Tornano i Beatles, Ron Howard ridarà vita alla storica band

White Horse Pictures e Imagine Entertainment produrranno un nuovo documentario per conto di Apple, basato sulla prima parte della carriera dei Beatles ovvero quella degli anni in cui la band girò il mondo per esibirsi dal vivo.

Il film sarà diretto dal regista premio Oscar Ron Howard e sarà prodotto con la piena collaborazione di Paul McCartney, Ringo Starr, Yoko Ono Lennon e Olivia Harrison. L’annuncio è stato dato congiuntamente da White Horse Pictures, Imagine Entertainment ed Apple. «Sono emozionato e onorato di lavorare con Apple ed il team della White Horse all’incredibile storia di questi quattro ragazzi che hanno sconvolto il mondo nel 1964. Il loro impatto sulla cultura pop non è stato sovrastimato», ha affermato Howard. La produzione sarà affidata a Nigel Sinclair e Scott Pascucci (vincitori di un Grammy Award) della White Horse e a Brian Grazer (vincitore di un premio Oscar) della Image Entertainment che lavoreranno insieme ad Howard. A Michael Rosenberg della Imagine e a Guy East della White Horse sarà affidata invece la produzione esecutiva. Il film seguirà il percorso intrapreso dai Beatles dai primi giorni del Cavern Club di Liverpool al periodo trascorso ad Amburgo fino al loro ultimo concerto pubblico al Candlestick Park a San Francisco nel 1966. I Beatles cominciarono a girare per l’Europa sul finire del 1963 dopo lo straordinario trionfo sulla scena Britannica nel ’61 e nel ’62. In ogni caso, fu l’apparizione all’ Ed Sullivan Show il 9 febbraio del 1964 a far esplodere definitivamente la popolarità dei Beatles. Nel giugno dello stesso anno la band cominciò il suo primo tour mondiale che proseguì in modo incessante per due anni. Quando smisero di esibirsi nell’agosto del 1966, i Beatles avevano totalizzato 166 concerti in 90 città di 16 differenti nazioni nel mondo. Il fenomeno culturale che il loro tour ha contribuito a creare, conosciuto come `Beatlemania´, era qualcosa che il mondo non aveva mai visto prima. La `Beatlemania´ non fu un semplice fenomeno ma riuscì ad essere il catalizzatore di un cambiamento culturale in grado di modificare l’approccio con cui le persone di tutto il mondo si avvicinavano e consumavano cultura popolare. Il documentario, secondo i produttori, «cercherà di spiegare cosa rese quel particolare momento il perno di questo grande cambiamento esaminando il contesto socio-politico di quel periodo e le straordinarie condizioni che portarono all’incontro tra la tecnologia e la comunicazione di massa. Per il produttore Nigel Sinclair «il modo in cui i Beatles irruppero sulla scena in Gran Bretagna fu un fenomeno di portata sociale, culturale e musicale travolgente ma venne eclissato dal modo straordinario in cui esplosero sulla scena Americana prima e mondo poi. Io ho avuto la fortuna di assistere ad un loro concerto a Glasgow nel 1964, poco tempo dopo la loro apparizione all’Ed Sullivan Show. È un onore per me lavorare a questo progetto per i Beatles e collaborare con lo straordinario Ron Howard, Brian Grazer ed il mio grande amico Scott Pascucci».

Commenta

Click here to post a comment