This Day in Music

19 Giugno 1948: nasceva Nick Drake!

“Non credo che Nick volesse uccidersi, credo che le cose siano andate più o meno così: Nick ha vuotato la boccetta di pillole nella sua mano e se le è messe in bocca dicendo a se stesso: al diavolo, se muoio pace, se non muoio da domani sarà tutto diverso”

Il 19 Giugno del 1948, nasceva in Birmania, Nick Drake, cantautore giovane, bello e triste. Da vivo vende poche migliaia di copie dei suoi dischi. Una volta suicidatosi, troverà innumerevoli estimatori. Molto abile con la chitarra, i suoi versi erano poetici e malinconici. Di carattere schivo e riservato, a metà degli anni sessanta iniziò a suonare la chitarra con i compagni di college e ad incidere pezzi folk-rock, in cui emergevano già i riferimenti che avrebbero caratterizzato la sua produzione futura: il blues, la passione per Bob Dylan, la poesia simbolista francese e il romanticismo inglese. Il 25 Novembre del 1974, nella casa dei genitori a Tanworth-in-Arden, nei pressi di Birmingham, dove era ritornato a vivere dopo un’esperienza a Londra, Drake viene ritrovato morto da sua madre a causa di un’eccessiva dose di Amitriptilina, un antidepressivo triciclico. “

Sul piatto dello stereo girava un disco dei Concerti brandeburghesi di Bach e sul comodino una copia de “Il mito di Sisifo” di Albert Camus. Per i chitarristi acustici, Nick Drake è una sorta di inarrivabile mostro sacro;è stato uno dei primissimi a sperimentare accordature alternative: praticamente accordava la chitarra in maniera differente per ogni pezzo. Tali accordature erano del tutto inventate, cioè non aderenti alle tipiche ed usate accordature aperte. In pratica, Drake accordava la chitarra a piacere a seconda delle esigenze del pezzo che suonava senza seguire nessun canone preciso.

{youtube}Y2jxjv0HkwM{/youtube}

Commenta

Click here to post a comment