This Day in Music

13 Maggio 1957: Guy Mitchell in prima posizione!

Il 13 Maggio del 1957 Guy Mitchell raggiunge la prima posizione inglese con il singolo “Rock-A-Billy”.

Con questa canzone, il cantante da il nome ad uno stile musicale, il Rock a Billy, un mix di rock e country. Come star internazionale, Guy Mitchell a partire dalle prime registrazioni dal 1950, ha raggiunto un fatturato record di oltre 44 milioni di dischi e questo ha compreso 6 milioni di copie di singoli vendute. Il suo primo successo fu My Heart Cries for You del 1951. Anche si tratta di un pre-cantante pop-rock, molte delle sue canzoni hanno un tono molto più rock che pop, tra cui “Knee Deep in the Blues”, “Heartaches by the Number”, “Rock-a-Billy”, “The Same Old Me” e, il suo più grande successo, “Singing the Blues”, che è rimasto alla posizione numero 1 nelle chart per ben 10 settimane nel 1956.

Il rockabilly, invece, è un genere musicale sviluppatosi appunto nei primi anni cinquanta, ed è una delle prime forme di rock & roll. È una fusione tra blues, R&B, bluegrass country ed originaria del sud degli Stati Uniti. Era tra i generi più suonati dai musicisti bianchi. Il rockabilly è suonato prevalentemente con chitarra semiacustica o elettrica, contrabbasso e batteria.

Bisogna specificare che i sostenitori rockabilly e del relativo abbigliamento, sono conosciuti come “rockabillies”, o “billys” all’interno della relativa scena. Il taglio di capelli è solitamente il pomp o pompadour che era molto popolare negli anni cinquanta con gli artisti come Buddy Holly, Jerry Lee Lewis o Elvis Presley. I vestiti riflettevano lo stile dei musicisti dell’epoca, cioè degli anni cinquanta: i pantaloni, magliette colorate, cappotti col collo alzato, una scarpa particolare usata negli anni cinquanta chiamata brothel creeper. Naturalmente i jeans Levi’s (501 o 505) e altri articoli casual fanno parte del guardaroba, come t-shirt e giacche da moto…

{youtube}CcEf5pfiNh8{/youtube}

Commenta

Click here to post a comment