This Day in Music

3 aprile 1990: Sarah Vaughan

“A quei tempi, nel 1947, il bop impazzava in tutta l’America. I ragazzi del Loop suonavano, ma con stanchezza, perché il bop era a metà strada fra il periodo del Charlie Parker di Ornithology e quello di Miles Davis.” (Jack Kerouac, On the Road 1957)

24 anni fa, moriva Sarah Vaughan, una delle più grandi cantanti jazz di sempre. Conosciuta come “una delle voci più stupefacenti del ventesimo secolo”, l’artista fu esponente di spicco del genere Be bop. Sarah Vaughan ostentava una forte personalità, ma nella vita vera era una donna molto fragile: Ogni concerto, ogni recital, ogni sessione in sala di incisione era per lei un grande impegno che la stressava.

Per tutta la vita restò attaccata al suo mentore Billy Eckstine, che di volta in volta definì come il proprio “padre” o addirittura “my blood” (il mio sangue). Eckstine, provava per Sarah lo stesso affetto, tanto che quando lei morì, subì un colpo apoplettico.

{youtube}5Q7GrSJPL9A{/youtube}

Commenta

Click here to post a comment