Notizie di Musica

Rita Pavone, torno in tv e anche in tour

”Rita is back”. Rita è tornata. In tv, dopo 12 anni di assenza. E anche dal vivo, in concerto. “Ero stanca di cantare da sola sotto la doccia”, scherza Rita Pavone, con la sua energia contagiosa.

L’eterna Gian Burrasca, la regina del ballo del mattone, dei film musicali e della tv dei grandi varietà, aveva detto ”basta alle scene”. Ma ci ha ripensato e a 12 anni dall’ultimo programma, ”I ragazzi irresistibili”, torna in tv, come giurato de “La pista”, il nuovo programma di Flavio Insinna, al via il 28 marzo su Rai1. Ma non solo, perchè a maggio, a 9 anni dall’ultimo concerto, partirà anche in tour. “Da ragazzina – spiega – mi ero ripromessa che a 60 anni avrei lasciato. Preferivo essere ricordata ancora al meglio. Negli ultimi anni, poi, non ero più contenta. Entravo in studio come un carcerato. E allora, via: me ne sono andata in Spagna e in questi anni ho fatto tutto quello che mai mi ero concessa, da una corsa a Londra per uno spettacolo al bagno a tarda sera senza paura di perdere la voce”. Poi un invito, per i 60 anni dell’amico Renato Zero e la scoperta che “la voce c’era ancora, il diaframma pure”. Impossibile resistere ed eccola di nuovo in pista, anzi, nella giuria de “La pista”, accanto a Gigi Proietti e Claudia Gerini. “Tornare in Rai – racconta la Pavone – è un po’ come tornare alla casa madre. Insinna, che è un caterpillar, mi ha convinto perchè in questo programma c’è passione e talento. Oggi si ha successo e poi si inizia a studiare. Dovrebbe essere il contrario. Di ballo – aggiunge – un po’ me ne intendo. Ai miei tempi in tv non bastava solo la voce, dovevi anche ballare. E io ho avuto la fortuna di incontrare dei ‘grandi’ che mi hanno insegnato a muovere le gambe. Si chiamavano Don Lurio, Franco Miseria, Gino Landi. Prima ancora poi, a 12 anni, con mio fratello facevamo le gare di rock ‘n roll e vincevamo anche belle coppette”. Nel curriculum della ”nuova” Rita Pavone c’è però anche ”Masters”, il nuovo doppio album uscito a ottobre, che la cantante si è autoprodotta con “tutto quello che amavo da ragazzina. C’è chi a una certo punto si regala una barca – dice – io mi sono regalata un disco. E visto che il palco è nel mio dna, ora lo porto anche in tournée”. Insieme a Enrico Cremonesi e un ensemble di 8 elementi, il 6 maggio parte dunque ”Rita is back – Live 2014”, tour nei teatri d’Italia. Prima tappa, al GranTeatro Linear4Ciak di Milano, poi Bologna, Ancona, Napoli, Torino, Padova.

Commenta

Click here to post a comment